facebookTrattamento della dipendenza da benzodiazepine - Come affrontarla? | VipVorobjev
  • Srpski jezik
  • Engleski jezik
  • Francuski jezik
  • Nemački jezik
  • Ruski jezik
  • Španski jezik
  • Italijanski jezik
  • Bugarski jezik
  • Grčki jezik
  • Araapski jezik
  • Iranski jezik
  • Albanski jezik
Đorđa Čutukovića 48, Belgrade, Srbija
Informazzioni dalle 07.30 alle 15.30 Lunedi-Domenica dalle 00 alle 24

Trattamento della dipendenza da benzodiazepine: come aiuta?

Disintossicazione indolore complessa da benzodiazepine

Le benzodiazepine sono farmaci psicoattivi che si usano come antidepressivi e appartengono al gruppo degli ansiolitici. I più conosciuti sono: Diazepam, Lorazepam, Bromazepam, Xanax, Rohypnol, Bensedin. Il loro utilizzo regolare stimola i meccanismi protettivi del nostro organismo e sono le medicine principali per risolvere il problema dell’insonnia e dell’ansia.

Le benzodiazepine possono per un periodo nascondere il problema, perché all’inizio calmano ma, a differenza dai tranquilizzanti ordinari, dopo solo quattro settimane una persona non può vivere normalmente senza benzodiazepine ed a causa dell’uso quotidiano, può succedere che quella persona prenda anche alcolici, il che può finire fatale.

Ad esempio, se guidano una macchina, possono perdere la coordinazione del movimento e causare un incidente automobilistico.

Il consumo di benzodiazepine influisce negativamente sulla memoria, può portare alla cosiddetta amnesia anterograda dove una persona non si ricorda da qualche tempo di alcune situazioni, discorsi e simili.

Molte persone famose sono morte a causa dell’uso di preparati sedativi (overdose, suicidio …), come Merlin Monroe, Michael Jackson, ecc.

Dipendenza da benzodiazepine

Dopo due o tre settimane di assunzione di benzodiazepine, a causa di danni sui recettori nel cervello, il corpo crea una forte tolleranza e per sentire di nuovo il benessere, la protezione e la sicurezza, il piacevole equilibrio di emozioni e stabilità che le benzodiazepine hanno provocato nel primo periodo, la persona deve aumentare dosi, che portano ad abuso.

Con il tempo, sotto l’effetto di benzodiazepina, l’uomo diventa agitato, paranoico, aggressivo. E in assenza della sostanza, c’è una sindrome appena tollerabile della crisi d’astinenza, ansietà, tremori, insonnia, aumento della salivazione, crampi alle gambe e alle braccia e anche convulsioni.

E’ un farmaco che i medici utilizzano in anestesistia, cardiologia, come prevenzione delle crisi epilettiche e così curano con successo reazioni neurotoniche come insonnia, paura, panico, depressione ... dopo un periodo così breve non ha più effetto e la persona si sente molto peggio di prima , si sente spaventato, sconvolto, non protetto ... non può andare a lavorare perché ha paura del contatto con la gente, ha paura di entrare in un negozio, non può guardare nessuno negli occhi, per lui anche il più piccolo obbligo diventa un enorme sforzo e una missione impossibile.

Un uomo potrebbe sedersi per anni in riva al mare senza voler entrare nell’acqua sotto il più grande calore, tenere le finestre chiuse per tutta l’estate e non vedere i raggi del sole, niente lo fa sentire più felice e niente gli rende. L’unica cosa che esiste nella sua vita è la “pillola”, la benzodiazepina, che gli dà la pace interiore e l’illusione della vita.

Le benzodiazepine sono farmaci che fanno una forte dipendenza fisica e mentale e le utilizzano i pazienti che sono già dipendenti da un’altra sostanza, di solito da narcotici o alcolici. Tuttavia, le usano anche le persone che sono instabili, che non hanno mai avuto esperienza con sostanze psicoattive ma hanno già disturbi psicologici e tendenze agli attacchi di panico, depressione, ansia.

È quindi importante raccogliere tutte le informazioni relative alla salute del paziente, sia fisiche che mentali.

Dipendenza of benzodiazepina

Fasi di disintossicazione dalla benzodiazepina

Per risolvere questo problema della dipendenza e stabilizzare le condizioni del paziente, il trattamento nel nostro ospedale di solito dura 14 giorni, ma sulla base della diagnosi come la fase iniziale del trattamento, si forma un approccio individuale al paziente che si riferisce alla combinazione di metodi medici speciali ai fini della disintossicazione indolore dell ’organismo, proteggendo allo stesso tempo gli organi danneggiati e la salute del paziente.

Nei primi giorni i pazienti sono ancora sotto l’influenza di benzodiazepine, dopo 3-4 giorni cominciano a sentire che qualcosa non va bene, che non hanno dormito bene, che la loro pelle è sensibile. La disintossicazione inizia subito e con procedure brevi durante il sonno, il paziente riceve infusioni e farmaci ogni giorno che annullano questi cambiamenti dovuti all’assenza di benzodiazepine nel cervello, e eliminano i sintomi della sindrome da astinenza.

La disintossicazione dà la possibilità al paziente di funzionare in modo normale senza questi farmaci.

Il nostro obiettivo è che sulla base delle informazioni sul paziente siamo in grado di scoprire e curare la causa della dipendenza da benzodiazepine, perchè le benzodiazepine solo nascondono il problema, ma non possono risolverlo.

1. Diagnostica: la prima e molto importante fase del trattamento. La diagnosi consiste essenzialmente nel valutare lo stato fisico e psichico del paziente. Per la valutazione delle condizioni fisiche del paziente, un esame standard include:

esame delle urine
test per l’epatite B e C, test per l’ HIV
analisi del sangue generale
analisi del sangue biochimica
ECG
esame da parte del medico internista

Per valutare lo stato psichico del paziente, un esame diagnostico standard prevede la psicodiagnosi (test psicologici che determinano il grado di dipendenza, il grado delle conseguenze dell’uso di oppiacei sulla salute mentale, l’esistenza di segni di disturbi mentali, depressione, il grado di motivazione per la guarigione, autocritica e conservazione dei meccanismi della volontà).

Dopo la diagnosi, un team di medici rivede i risultati per sviluppare una strategia e un piano di trattamento. Se la diagnosi rivela deviazioni significative nei test, la presenza di un fattore di rischio o se il paziente ha una malattia associata cronica, ulteriori esami sono organizzati in base alle necessità e vengono prescritti trattamenti per le malattie associate. A seconda del problema, possono essere proposte ulteriori test: MRI, EEG, ultrasuoni, radiografia, endoscopia, analisi della concentrazione di farmaci e medicine, visite al cardiologo, neurologo, endocrinologo, malattie infettive, ecc. Gli esami aggiuntivi menzionati non sono inclusi nel prezzo di questo trattamento e sono pagati extra.

2. Disintossicazione: la disintossicazione dura per i primi alcuni giorni. I sintomi di astinenza vengono eliminati e dall’organismo vengono eliminate benzodiazepine. I pazienti ricevono infusioni e farmacoterapia ogni giorno (psicostabilizzanti). Si fanno i test delle urine regolari per la presenza di benzodiazepine fino a quando il corpo è completamente pulito di sostanze sedative.

È molto importante che:

la disintossicazione sia veloce
il paziente non senta e non soffra di dolore
che il sonno e l’appetito del paziente tornino alla normalità
che l’umore del paziente diventi stabile
che non senta più ansia o depressione.

3. Valutazione dei risultati – Alla fine del trattamento vengono valutati i risultati del trattamento, i test delle urine sono negativi per la presenza di benzodiazepina, lo stato fisico e mentale del paziente è stabile, è pronto per essere dimesso dall’ospedale e ai suoi parenti vengono date istruzioni su come trattarlo. Insieme al paziente, viene progettato un piano di attività per il mese successivo e vengono forniti consigli per una riabilitazione e una risocializzazione efficace.

Dopo questo trattamento di 14 giorni, non c’è più alcun pericolo di crisi, il test è negativo, ma in seguito è importante e necessario considerare la seguente fase, i cambiamenti neurometabolici, come un programma speciale, cioè una fase della rigenerazione di ciò che è stato danneggiato dalle benzodiazepine.

Il nostro programma include il trasporto del paziente da un aeroporto o una stazione alla nostra clinica e viceversa. Nella nostra clinica, medici e infermieri sono disponibili 24/24 ore per i pazienti. Tutti i medici – anestesisti, psichiatri e psicologi sono con 10-25 anni di esperienza. La clinica impiega più di 60 persone. Della sicurezza dei pazienti e del personale si occupa la guardia. La struttura è anche sotto video sorveglianza.

I pazienti sono sistemati in camere confortevoli per un ricovero confortevole nella nostra clinica. Le camere vengono pulite due volte al giorno. Nel tempo libero, i pazienti possono uttilizzare un soggiorno, piscina, jacuzzi, yoga, palestra e terrazza estiva. La clinica ha anche una cassaforte in cui i pazienti possono lasciare le cose personali. Per i pazienti stranieri che hanno bisogno di un visto, possiamo aiutare a ottenerlo.

Se i pazienti dall’estero hanno un accompagnatore, come un sostegno, anche loro possono rimanere nella nostra clinica a un costo aggiuntivo.

Il programma della disintossicazione indolore complessa delle benzodiazepine – Gli esami di laboratorio e la disintossicazione durano 14 giorni e si fanno presso la nostra clinica VIP Vorobjev.

Call Now Button