facebookDipendenza e abuso di zopiclone - Trattare la dipendenza da Lunesta | Clinica Dr Vorobjev
  • Srpski jezik
  • Engleski jezik
  • Francuski jezik
  • Nemački jezik
  • Ruski jezik
  • Španski jezik
  • Italijanski jezik
  • Bugarski jezik
  • Grčki jezik
  • Araapski jezik
  • Iranski jezik
  • Albanski jezik
Đorđa Čutukovića 48, Belgrade, Srbija
Informazzioni dalle 07.30 alle 15.30 Lunedi-Domenica dalle 00 alle 24

Trattamento della dipendenza da zopiclone (Lunesta)

Zopiclone

Lo zopiclone è un farmaco da banco che è più comunemente conosciuto con il suo nome commerciale, Lunesta. Questo farmaco viene usato per trattare problemi del sonno come l’insonnia, agendo sul sistema nervoso centrale per inibire i segnali del cervello e producendo un effetto rilassante. Anche se gli effetti di Lunesta sono simili a quelli dei farmaci a base di benzodiazepine, si trova in una classe di farmaci a parte denominati sedativi-ipnotici, a volte chiamati “farmaci Z” o “non benzodiazepinici”.

Questo articolo ti illustrerà i sintomi e i segnali comportamentali associati all’abuso di Lunesta e ti aiuterà a comprendere meglio i rischi associati all’overdose. Inoltre conoscerai un’opzione di trattamento della dipendenza da zopiclone che può contribuire a prevenire le ricadute e a favorire la sobrietà a lungo termine.

Cos’è lo zopiclone (Lunesta) e perché crea dipendenza?

Lo zopiclone è un farmaco regolamentato che viene prescritto per gestire i problemi di sonno. Si ritiene che Lunesta funzioni attivando i recettori GABA (acido gamma-aminobutirrico) nel cervello, che diminuiscono l’attività del sistema nervoso centrale. Questo può favorire il rilassamento e il sonno, ma in dosi più elevate può anche produrre un effetto euforico o un “picco”.

Solitamente Lunesta viene prescritto solo per un uso a breve termine ed è generalmente considerato a basso rischio di dipendenza rispetto ai farmaci a base di benzodiazepine, ma questo può fornire un falso senso di sicurezza. È comunque possibile diventare dipendenti da Lunesta, e le persone che lo assumono in modo scorretto o che lo usano a scopo ricreativo hanno maggiori probabilità di avere problemi di dipendenza o abuso. L’uso scorretto può includere l’assunzione di dosi più elevate, più frequentemente o più a lungo di quanto raccomandato. Alcuni segnali di uso ricreativo possono includere l’utilizzo di un metodo alternativo di consumo come schiacciare e sniffare le pillole, mescolare Lunesta con altre sostanze come l’alcol o gli oppioidi, o semplicemente assumere Lunesta quando non è stato prescritto.

In caso di uso scorretto o ricreativo, il consumatore può sviluppare una tolleranza al farmaco, il che significa che occorre assumere una quantità sempre maggiore del farmaco per ottenere gli stessi effetti. Una volta che il corpo e la mente si sono abituati alla presenza di Lunesta, può essere difficile funzionare senza questo farmaco. Ciò porta alla dipendenza dalla droga.

Una volta che si è formata una tolleranza al farmaco e se ne fa abuso continuamente, si può sviluppare una grave dipendenza. I più a rischio di sviluppare una dipendenza sono i consumatori che tentano di usare Lunesta per trattare la loro insonnia a lungo termine e quelli che assumono Lunesta illegalmente per scopi ricreativi.

Una manciata di pillole di Lunesta.

Terminologia farmaceutica e gergale dello zopiclone

Lunesta è di gran lunga il termine più comunemente usato per riferirsi allo zopiclone, in quanto è l’unico marchio associato al farmaco. Lunesta è un farmaco orale che si presenta sotto forma di pillole circolari di colore blu o bianco e può essere disponibile in diversi dosaggi. Lo zopiclone può anche essere venduto nella sua forma generica, che può sembrare molto simile alle pillole di marca.

Come altri farmaci della sua classe, Lunesta può essere indicato con i termini gergali “zombie”, “pillole zombie”, “pillole z”, “sonniferi” e “sleepeasy”. Per riferirsi a Lunesta possono essere usati anche i termini gergali più generali con cui si chiamano i sonniferi, come “forget-me pill”, “Valium messicano”, “R2”, “Roche” e “rope”.

Coloro che soffrono di dipendenza da Lunesta possono sperimentare sintomi fisici e psicologici negativi.

Sintomi e segnali della dipendenza da zopiclone (Lunesta)

L’abuso e la dipendenza da zopiclone possono portare a sintomi fisici indesiderati che vanno oltre i normali effetti collaterali. A causa degli effetti psicotropi che Lunesta può provocare, molti sintomi possono anche essere di natura psicologica. Anche coloro che usano Lunesta come prescritto hanno riferito di aver sperimentato perdita di memoria o casi estremi di sonnambulismo.

Una persona che soffre di una dipendenza da Lunesta potrebbe sperimentare i seguenti sintomi:
Cambiamenti cognitivi a lungo termine
Problemi di memoria e smemoratezza generale
Depressione e ansia di nuova comparsa o in peggioramento
Pensieri suicidi
Allucinazioni e paranoia
Aumento della fatica
Mal di testa
Danni al fegato e ai reni

Le persone che stanno abusando di Lunesta possono anche comportarsi in modo strano o non caratteristico, e i loro cari potrebbero notare che qualcosa “non va”. Alcuni segnali comportamentali comuni associati alla dipendenza da zopiclone includono:

1. Tentare di procurarsi più ricette di Lunesta da medici diversi, in questo caso si parla di “doctor shopping”.

2. Assunzione di Lunesta in dosi più elevate, più frequentemente o più a lungo di quanto prescritto dal medico.

3. Tentare di ottenere Lunesta con ogni mezzo necessario, incluso rubare ai propri cari o comprarlo per strada.

4. Trascurare le proprie responsabilità a casa, a scuola o sul posto di lavoro.

5. Assumere Lunesta a scopo ricreativo, incluso il tentativo di rimanere svegli dopo averlo assunto e mescolarlo con altre sostanze come l’alcol e gli oppioidi.

6. Continuare ad assumere Lunesta nonostante gli effetti negativi che ha sulla qualità della vita.

7. Tentativi falliti di smettere di assumere Lunesta e presenza di sintomi di astinenza quando si cerca di smettere.

La dipendenza è diversa per tutti e i sintomi e i segnali esatti saranno unici per ciascun individuo. Se tu o una persona cara avete sperimentato uno dei sintomi di cui sopra a seguito di un uso prolungato di Lunesta, c’è un aiuto a vostra disposizione.

Overdose di zopiclone (Lunesta)

L’overdose (assunzione di una dose eccessiva per l’organismo) è il rischio più pericoloso associato all’abuso e alla dipendenza da Lunesta. Man mano che la tolleranza si sviluppa e per produrre gli stessi effetti rilassanti deve essere assunta sempre più droga, anche il pericolo aumenta.

Il rischio di overdose aumenta esponenzialmente quando Lunesta viene mescolato con altre sostanze come l’alcol, le benzodiazepine e gli oppioidi. Queste sostanze possono interagire con Lunesta e far sì che gli effetti collaterali si intensifichino fino al punto di estrema depressione del sistema nervoso centrale. Si riporta che mescolare le sostanze in questo modo è stato fatale in diversi casi. Ecco alcuni segnali di overdose di Lunesta a cui prestare attenzione:

Mal di testa e nausea
Funzione respiratoria gravemente ridotta
Sonnolenza intensa e confusione
Perdita di conoscenza
Rallentamento del battito cardiaco
Coma
Morte

Lunesta deve essere assunto solo nelle dosi raccomandate, in quanto il rischio di overdose aumenta con la portata della dose. Anche coloro che assumono Lunesta in dosi più piccole possono essere a rischio di overdose se lo mescolano con altre sostanze. Questo è il motivo per cui lo zopiclone non dovrebbe mai essere combinato con altri farmaci, droghe ricreative o alcol senza l’approvazione di un operatore sanitario. Se tu o una persona cara ritenete di poter essere in overdose di zopiclone, contattate immediatamente il pronto soccorso.

Un’esperta in campo medico aiuta una paziente nel trattamento della dipendenza da Lunesta durante la disintossicazione.

Trattamento per la dipendenza da zopiclone (Lunesta)

I sintomi di astinenza da zopiclone possono essere molto difficili da affrontare e spesso causano una ricaduta. Questo è il motivo per cui molte persone scelgono di affrontare una disintossicazione sotto supervisione medica in un ambiente di trattamento in regime di ricovero. Sottoporsi alla disintossicazione sotto la supervisione di medici esperti non solo aiuta a prevenire le ricadute, ma può anche rendere il processo più confortevole. Inoltre, il trattamento in regime di ricovero può permettere al paziente di accedere a risorse che possono aiutarlo ad astenersi da Lunesta per molto tempo dopo la disintossicazione.

La disintossicazione può includere una riduzione graduale del dosaggio nel tempo, cosa che aiuterà a rendere il processo più sicuro e confortevole, prevenendo i sintomi di astinenza peggiori. Durante e dopo il processo di disintossicazione, può essere implementata la terapia della dipendenza mentale per aiutare il paziente ad affrontare qualsiasi problema di fondo che ha contribuito al suo abuso di droga.

La terapia della dipendenza mentale può consistere in diversi tipi di terapia, tra cui la terapia comportamentale e la terapia di gruppo. Il trattamento stazionario aiuta i pazienti a essere più informati sulla dipendenza e a capire come creare meccanismi di gestione migliori. Mentre affronta i problemi di fondo, il paziente può scoprire modi più sani per trattare l’insonnia, se è il suo caso. La durata della disintossicazione e del trattamento varia a seconda dell’individuo e di fattori quali la gravità della dipendenza, la salute generale e i sistemi di supporto esistenti.

Affrontare i problemi di fondo è essenziale nella lotta contro la dipendenza. Questo tipo di trattamento a lungo termine può includere gruppi di sostegno, sessioni regolari con un consulente, e un continuo sforzo per gestire l’insonnia senza Lunesta. Tutti questi sforzi possono aiutare il paziente a lasciarsi la dipendenza da Lunesta alle spalle per sempre e vivere la vita al massimo.

Domande frequenti

Se Lunesta viene assunto in dosi più elevate, per periodi di tempo più lunghi o più frequentemente di quanto prescritto, il consumatore può sviluppare una tolleranza al farmaco, il che significa che deve assumere dosi progressivamente più elevate per ottenere gli stessi effetti. Nel tempo questo può portare alla dipendenza dalla droga, quando il corpo comincia a fare affidamento su Lunesta per funzionare normalmente. Se la tolleranza non viene trattata, può svilupparsi una dipendenza. Le persone che consumano Lunesta per scopi ricreativi o insieme ad altre sostanze sono a rischio di sviluppare una dipendenza.

La dipendenza da zopiclone può portare a sintomi fisici spiacevoli che vanno oltre i normali effetti collaterali, tra cui problemi di memoria, depressione e ansia, allucinazioni, stanchezza, mal di testa e altri ancora. La tossicodipendenza può anche causare comportamenti insoliti o non caratteristici, tra cui il fenomeno del (rivolgersi a medici diversi per ottenere più ricette), il trascurare le proprie responsabilità, l’assunzione di quantità maggiori di Lunesta rispetto a quanto prescritto, e il continuare ad assumere Lunesta nonostante gli effetti negativi sulla qualità della vita. Uno dei rischi più gravi associati all’abuso di Lunesta è la possibilità di sovradosaggio, a cui possono seguire respirazione ridotta, sonnolenza intensa, confusione, rallentamento del battito cardiaco e perdita di conoscenza.

Per ricevere il miglior supporto possibile e garantire una maggiore possibilità di prevenire le ricadute, molte persone che soffrono di dipendenza da Lunesta scelgono di affrontare la disintossicazione sotto controllo medico in una struttura di trattamento in regime di ricovero. Questo può rendere la disintossicazione più sicura, più confortevole, e rendere più facile l’astensione dalla droga. Durante e dopo il trattamento, possono essere raccomandate la terapia e l’educazione riguardo la dipendenza (e, se il caso lo richiede, l’insonnia) per fornire un sostegno continuo e offrire al paziente le migliori possibilità di successo nella lotta contro la dipendenza.

Call Now Button